mente emozione
Life counseling, Metodi, Psicoterapia

Modificare l’assetto mentale

I disagi della psiche richiedono una modificazione del modo di pensare, non ci sono altre possibilità.

cropped-coscienza-21.jpgTuttavia modificare il proprio assetto mentale è certamente una cosa difficile e non basta dirselo e ricercarlo razionalmente.
Molte persone cominciano a trarre beneficio da antiche tecniche di educazione mentale che arrivano dall’oriente, ove la cultura ha da millenni acquisito conoscenze e metodiche che noi appena balbettiamo. Così come l’occidente ha invece sviluppato ragione e scienza in un modo che l’oriente non ha mai raggiunto. Un connubio interessante, ora più facile con le comunicazioni che annullano distanze prima insormontabili.

Anche la psicoterapia occidentale sta acquisendo ampliamenti e nuove possibilità da queste belle “contaminazioni”, e quindi è più facile oggi trovare sostegno ed esperienza di professionisti che possono guidare in questi percorsi, depositati tradizionalmente entro contenitori di tipo religioso (un modo che l’umanità ha sempre usato per tramandare le conoscenze), ed oggi riscoperti per la loro valenza psicologica.

mente mentaleQuindi la mente si cambia con la mente, non con la ragione. Possiamo avere chiaro l’obiettivo, ma non conoscere gli strumenti per arrivarci, questo può essere il caso di molte persone. A volte le psicoterapie che conosciamo meglio avviano questi processi, attraverso percorsi e relazioni che non hanno però mai nulla a che fare con il controllo razionale e lo sforzo volontaristico. La cosiddetta “terapia della parola” di tipo analitico non affida la soluzione al contenuto, ai significati delle cose dette e pensate, bensì alle risorse e ai meccanismi che si attivano nell’atto di riflettere e di raccontare: non è quindi il contenuto a “guarire” ma le modificazioni che la mente si ritrova a fare attraverso i modi della parola.

A queste strategie si accostano nuove declinazioni di “tecniche” antiche: meditazione declinata in mindfulness; ipnosi riletta e riscritta mirabilmente da Erickson; associazioni mentali e contatti con Sè riscoperti da diverse metodologie psicoterapeutiche.

In particolare possiamo riflettere sull’ipnosi, riscoperta e sempre più raffinata

Sicchè: dinamiche mentali e relazioni in cui ci si racconta a sè e all’altro, sono i mezzi che oggi conosciamo per il cambiamento.
Per altri modi, ci resta attendere il miracolo

Rispondi