AutoMutuoAiuto, Metapsicologia, Psicologia

Analisi, yoga e meditazione

“In ogni analisi emerge una maggiore consapevolezza, grazie alla presa di coscienza delle rimozioni, delle proiezioni e così via. Il processo analitico provoca, in questo modo, un Sèampliamento della coscienza, ma resta immutata la relazione dell’Io con i suoi oggetti. L’Io, invischiato  nel conflitto con gli oggetti, è ancora coinvolto. Soltanto con il proseguimento dell’analisi si stabilisce un’analogia con lo yoga, per il fatto che la coscienza  è separata dai propri oggetti (v. Il Segreto del fiore d’oro). Questo distacco è strettamente collegato al processo di individuazione, che comincia con il Sé che si distingue dagli oggetti e dall’Io. E’ come se la coscienza si separasse dagli oggetti e dall’Io e migrasse nel non-Io, nell’altro centro, estraneo anche se originariamente suo. Questo distacco della coscienza è il liberarsi da tamas e raja, il liberarsi dalle passioni e dall’invischiamento nel regno degli oggetti. E’ qualcosa di cui non posso addurre ulteriori prove filosofiche. E’ un’esperienza psichica che praticamente si esprime in un senso di liberazione. Continue reading “Analisi, yoga e meditazione”

Life counseling, Riflessioni

Decidere usando il Cuore

cuore cervelloSi parla sempre più di intelligenza emotiva, ma non ancora abbastanza di intelligenza cardiaca. Nelle tradizioni – orientali  soprattutto, ma non solo – esistono diversi insegnamenti che descrivono anche compiutamente il cuore come un organo intelligente. Per la medicina cinese non è la testa a regolare il pensiero, bensì il cuore. Continue reading “Decidere usando il Cuore”

Life counseling, Psicologia, Riflessioni

Governare la vita

“So cosa doveri fare, ma non so come farlo”

“So cosa dovrei fare, ma ho paura di farlo”

C’è relazione, a volte identità tra queste due frasi. Perché il cervello mette le sue remore conservatrici, attiva le paure di perdita e di incertezza proprie del cambiamento, e quindi ostacola i processi di evoluzione. Questo aspetto conservativo ha però la sua ragione e spesso la sua necessità: si esprime a livello psicologico il binomio conservazione/innovazione proprio della vita e delle sue leggi di espressione ed evoluzione. Non è corretto – né fruttuoso – quindi, osteggiare e recriminare sulle nostre resistenze.

Continue reading “Governare la vita”