Metapsicologia, Psicologia, Ricerca di senso, Riflessioni

La Vita e la Morte

morte taroccoPensare alla Morte non è usuale nella nostra società, che la nasconde e la rimuove dai suoi pensieri. Per questo diventa un mostro pauroso perché sconosciuto e odiato.

La morte è accostata sempre a un’idea di perdita: le persone che conosciamo e che amiamo che muoiono, scompaiono dalla nostra vista ordinaria e ne sentiamo la struggente mancanza. Naturalmente impossibile non soffrirne. Continue reading “La Vita e la Morte”

Life counseling, Riflessioni

Decidere usando il Cuore

cuore cervelloSi parla sempre più di intelligenza emotiva, ma non ancora abbastanza di intelligenza cardiaca. Nelle tradizioni – orientali  soprattutto, ma non solo – esistono diversi insegnamenti che descrivono anche compiutamente il cuore come un organo intelligente. Per la medicina cinese non è la testa a regolare il pensiero, bensì il cuore. Continue reading “Decidere usando il Cuore”

Educational counseling, Life counseling, Riflessioni

Il labirinto di Chartres, analogia del percorso di vita

Sul pavimento della cattedrale gotica di Chartres, in Francia, è disegnato il labirinto riprodotto qui sotto.

La sua forma è circolare e il diametro misura 12,87 m. Per andare dall’ingresso indicato con A, al punto di arrivo indicato con B bisogna percorrere 261,5 m.

Percorrerlo è come vedere il percorso di vita rappresentato compiutamente. Un percorso che riguarda  coloro che cercano uno scopo, ma anche un semplice, qualsiasi risultato: cioè tutti noi.

C’é un ingresso e l’ obiettivo è arrivare al centro del labirinto.

Labirinto di Chartres

Continue reading “Il labirinto di Chartres, analogia del percorso di vita”

Comunità, Riflessioni, Universo

Save the Children e il destino del mondo

savethechildrenIn questi giorni la TV ci presenta insistenti richieste da parte di varie organizzazioni, affinché sì contribuisca con 5 euro al mese a curare un bambino, con 25 a garantirgli istruzione e salute. E’ una pubblicità lunga, incalzante e piena di immagini terribili e commoventi. Non c’è ovviamente nulla da dire  sulla positività di questi inviti alla solidarietà e all’assunzione di responsabilità. Continue reading “Save the Children e il destino del mondo”